Economia piacentina: lieve crescita del numero di imprese negli ultimi 3 mesi

28 Luglio 2015

camera di commercio

Deboli segnali di ripresa nel tessuto economico piacentino: sono 30.239 le imprese registrate in Camera di commercio a fine giugno a Piacenza, 86 in più rispetto a marzo.
Ma è ancora presto per pensare di archiviare la crisi; il confronto con i dati del 2014, infatti, è ancora negativo: -187 aziende rispetto a dicembre e 226 in meno rispetto al giugno dello scorso anno.

Nel primo semestre del 2015 le iscrizioni sono state in tutto 939 e le cessazioni 1.126, 103 delle quali operate però dagli uffici camerali, per questioni amministrative. Nel solo secondo trimestre le iscrizioni sono state invece 401, 134 in più delle cessazioni reali. Il risultato di questo periodo temporale è stato quindi favorevole.

Il 65% delle iscrizioni 2015 è stato di ditte in forma individuale, il 22% di imprese appartenenti alla categoria delle società di capitale.
Non a caso l’incidenza di questa forma giuridica continua a crescere: era pari al 12,2% del totale delle imprese registrate nel 2000, è arrivata al 20,5% a giugno 2015.
Ampliando l’esame dei dati anche alle province più prossime (oltre che al livello regionale e nazionale), se ne ricava una immagine a geometria variabile. Lo stock di imprese registrate è infatti calato (tra il giugno 2014 ed il giugno 2015) oltre che a Piacenza anche a Parma, Reggio Emilia e Cremona ma è invece cresciuto a Lodi e Pavia. Ennesimo calo in Emilia Romagna e risultato di segno opposto nel contesto nazionale.

Screenshot - 28_07_2015 , 09_29_55

© Copyright 2021 Editoriale Libertà