Bonifica, Palazzo Mercanti paga il bollettino 2015: 78mila euro

08 Gennaio 2016

bonifica

E’ un “bollettino” decisamente importante quello che il Comune di Piacenza ha pagato al Consorzio di bonifica: 78mila euro.

Si tratta delle due rate 2015 del tributo che Palazzo Mercanti contesta da anni (è ancora aperto il contenzioso giudiziario), ma che ha deciso di onorare per evitare di incorrere nelle sanzioni del caso. Con una postilla: “In attesa dell’esito della vertenza, è necessario provvedere al pagamento del tributo con riserva di rimborso di quanto indebitamente pagato, a garanzia del rischio di decadenza e prescrizione”.

L’amministrazione ritiene di non dover essere assoggettata al tributo consortile ma di dover pagare la tassa unicamente per gli immobili di proprietà nelle zone di Mortizza, Le Mose e Dossi di Roncaglia, “in quanto ricevono un beneficio diretto dallo scolo delle acque nei cavi consortili”. Nel 2014 il tribunale di Piacenza diede ragione al Comune, ma i successivi gradi di giudizio ribaltarono la sentenza e la questione resta aperta.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà