Lopedote a “Nel Mirino”: “L’interesse pubblico prima di tutto”

20 Febbraio 2016

Un po’ professionisti, ma anche un po’ “chirurghi”. È il futuro dei commercialisti e degli esperti contabili piacentini secondo il presidente provinciale dell’Ordine Carleugenio Lopedote, ospite di Nicoletta Bracchi nel corso della trasmissione di Telelibertà del venerdì “Nel Mirino”. “Ai colleghi, presenti e soprattutto futuri – ha detto – mi sento di consigliare una forte specializzazione: non è più il tempo dei “tuttofare”, occorre prepararsi al massimo su alcuni aspetti del nostro mestiere, come fanno i medici”.

Il caposaldo da cui Lopedote è partito è stato però un altro: “Noi abbiamo il dovere di agire nell’interesse pubblico, mettendolo prima di tutto, anche del cliente. Fortunatamente a Piacenza c’è grande attenzione alla deontologia e al corretto rapporto con cittadini, imprese e istituzioni”.

Un Ordine, quello piacentino, che si caratterizza per la presenza di donne e di giovani: gli iscritti all’Albo sono 435, più 13 iscritti all’elenco speciale. Di questi 435, il 60% è rappresentato da uomini, ma le donne sono 173 e aumenteranno anche in futuro, visto che su 24 praticanti, 15 sono in rosa.  Incoraggiante anche la presenza giovanile: “Il 20% degli iscritti – ha aggiunto Lopedote – è under 40: oggi la nostra professione attira i giovani, nonostante il mestiere sia sempre più difficile e affollato”.

Le repliche di “Nel mirino” saranno trasmesse domani alle 21.30 e lunedì alle 18.30.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà