Provincia, in vendita le azioni di Piacenza Expo e Faggiola: “Obbligati”

02 Aprile 2016

Piacenza Expo

Grande opportunità o rischio flop? Se lo chiedono tutti coloro che sono in qualche modo collegati alla decisione della Provincia di vendere le proprie quote azionarie (5,8%) di Piacenza Expo. “Siamo obbligati a farlo dalla normativa, che ci impone di cedere tutte quelle partecipazioni relative ad attività non più di nostra competenza”, precisa il presidente provinciale Francesco Rolleri, ricordando che le 863mila azioni sono poste sul mercato a un prezzo-base di 709mila euro e che chiunque può acquistarle.

“Ci rifletteremo – precisa il vicesindaco del Comune di Piacenza, Francesco Timpano – ma attualmente le nostre risorse per Piacenza Expo sono impegnate nell’aumento di capitale sottoscritto lo scorso anno”. C’è dunque il rischio concreto che l’avviso della Provincia vada deserto e che si crei una situazione di incertezza, anche perché all’orizzonte non si intravede un investitore interessato.

Sempre a causa della nuova normativa, la Provincia ha messo in vendita anche le proprie azioni nella Faggiola (il 4% a poco meno di 75mila euro come basta d’asta) e nella Banca Etica (percentuale minima, 0,006%, a 4.800 euro).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà