Cuda a “Nel Mirino”: “Orecchio bionico anche a bimbi di 8 mesi”

16 Aprile 2016

20160412_141544

L’eccellenza piacentina in campo medico protagonista a “Nel Mirino”. Il direttore di Telelibertà Nicoletta Bracchi ha ospitato Domenico Cuda, primario del reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale e punto di riferimento per decine di pazienti italiani e stranieri. Cuda ha insisto molto sulla cultura della prevenzione e le diagnosi precoci per poter intervenire efficacemente in caso di problemi, a cominciare da quelli uditivi: “Ogni mille bambini, ne nasce uno gravemente sordo e l’applicazione dell’impianto cocleare, ossia l’orecchio bionico, può restituire la funzionalità, quindi consentirgli una vita normale. Noi interveniamo già a 8-9 mesi e l’impianto consente di chiudere il problema”.

Screening fondamentale anche per i tumori del cavo orale, che a Piacenza sono 20-30 all’anno: “La diagnosi precoce è decisiva, se vengono scoperti per tempo si guarisce quasi nel 100% dei casi. Non si devono sottovalutare i segnali che il nostro corpo ci lancia, specie se si hanno più di 40 anni e si fuma e si bevono abitualmente alcolici e se per lavoro si sforza molto la voce”.

“Nel Mirino” andrà in replica su Telelibertà domani alle 21.30 e lunedì alle 18.30.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà