Indagine Confindustria

Occupazione in crescita nei primi sei mesi del 2019 ma i consumi frenano

30 luglio 2019

Cresce l’occupazione nelle aziende piacentine. Mettendo a confronto il primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, l’incremento ha fatto segnare un +1,7% trainato dal settore meccanico (+2,6%). È il dato che emerge dall’indagine congiunturale presentata da Confindustria Piacenza effettuata su un centinaio di imprese per un fatturato di 3 miliardi di euro.
L’andamento del fatturato conferma dati positivi, ad eccezione del settore dei materiali edili, ma inferiori rispetto a quelli registrati sei mesi fa. Non si registra una rilevante differenza tra la variazione del fatturato interno (+0,85%) e quello estero (+0,55%). Il settore con il risultato migliore è quello alimentare (+1,84%) che si impone anche a livello internazionale. Vino e conserve “volano” mentre i salumi hanno più difficoltà, penalizzati dalle leggi estere che rallentano la loro circolazione. Dopo una lieve ripresa torna in terreno negativo il settore dei materiali edili. I consumi non accelerano e quelli privati restano deboli. Le previsioni parlano di un aumento dell’1,2% del Pil. “Dati sostanzialmente positivi – commenta il presidente Alberto Rota – soprattutto per l’occupazione. Puntiamo sulla formazione nelle scuole”. Confindustria proseguirà la sua collaborazione con Itis di Piacenza annunciando la costituzione di una terza classe di Meccanica e l’inizio di una collaborazione con l’istituto Ipsia nelle sedi di Piacenza e Fiorenzuola. Rota punta sui dati positivi e lancia un appello al governo chiedendo la riduzione del cuneo fiscale e un’iniezione di ottimismo per ridare fiducia alle imprese e alle famiglie rilanciare i consumi.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE