Trionfano i film italiani: anche a Piacenza non è mancato “l’effetto Zalone”

06 Gennaio 2020

Una buona fine del 2019 e un grande inizio d’anno per il cinema italiano, che sta trionfando nelle sale con Garrone, Ficarra e Picone e La Dea Fortuna di Ozpetek, mentre è iniziata il 31 dicembre la grande corsa di “Tolo Tolo” di Luca Medici, alla prima prova come regista con una sceneggiatura firmata anche da Paolo Virzì. Lanciato con la brillante operazione di marketing del video “Immigrato”, una canzone alla Celentano che non c’entra nulla con il film, la nuova proposta di Checco Zalone a Piacenza nel solo giorno di apertura ha collezionato oltre 3.500 spettatori (e in Italia 8,7 milioni di euro).

Numeri che sono destinati a cambiare il 2020 del nostro cinema, che guarda con attenzione allo storico degli incassi dei suoi film: quasi 15 milioni per “Cado dalle nubi” del 2009, 43 per “Che bella giornata” del 2011, quasi 52 per “Sole a catinelle” e la quota da superare, quella di “Quo Vado” del 2016, di 65 milioni e 365 mila euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà