Alle 21 su Telelibertà

Ad Artshow l’antropologo Andrea Freddi e la sua vita tra i Maya

20 ottobre 2020

Questa sera, 20 ottobre, il magazine Artshow (alle 21.00 su Telelibertà, domani in replica alle 13.35) punta molto lontano, ad una comunità maya vista nell’attualità dei nostri giorni, fra radici ed espatrio, mettendo a fuoco la vita e la struttura sociale della popolazione indigena di Todos Santos Cuchumatán, municipio del Guatemala nord occidentale. A parlarne, in dialogo con la giornalista Patrizia Soffientini, è il giovane antropologo Andrea Freddi, nato a Piacenza, classe ‘84, che vive stabilmente nella città di Osorno nel sud del Cile, alle porte della Patagonia, dove lavora come docente di Antropologia culturale all’Universidad de Los Lagos. Nei giorni scorsi Freddi è rientrato a Piacenza dove vivono i suoi genitori. Dopo essersi diplomato nel liceo Gioia di Piacenza, Freddi si è trasferito a Bologna per studiare Antropologia, ha poi continuato gli studi tra Torino e Madrid. Dopo la laurea triennale ha compiuto il suo primo viaggio in America Latina, tra Messico e Guatemala, visitando i resti archeologici delle civiltà precolombiane e conoscendo da vicino la realtà sociale dei loro discendenti attuali. Ha svolto le sue ricerche di dottorato nella comunità maya del Guatemala, studiando gli effetti delle migrazioni indigene verso gli Stati Uniti e quelli delle politiche di sviluppo postguerra.

È stato sempre interessato alla diversità culturale, alla storia dei popoli e al viaggio etnografico come strumento di conoscenza. Attualmente sta facendo ricerca con le popolazioni che vivono nella zona andina della Patagonia, sul confine tra il Cile e l’Argentina studiando le pratiche di transumanza proprie della cultura dei gauchos. Ad Artshow l’antropologo racconta le sue esperienze recenti e passate e presenta il libro nato dagli studi per la tesi di laurea che si intitola “Il viaggio e la trama. Migrazione, sviluppo e potere in una comunità indigena del Guatemala”. Edizioni Cisu. In trasmissione saranno proposte immagini suggestive della comunità di Todos Santos.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE