Ricci Oddi, completato il cda. Per Mazzocca presidenza più vicina

15 Dicembre 2020

Il consiglio d’amministrazione della galleria d’arte moderna Ricci Oddi è stato completato.
La scelta della prefettura è caduta sul critico d’arte e organizzatore culturale Eugenio Gazzola. Ora il presidente uscente, Massimo Ferrari, dispone di tutte le designazioni del futuro cda, quindi, valutate le disponibilità, e quando le notifiche saranno giunte ufficialmente in via San Siro, verrà convocato il prossimo consiglio.
E possibile che già in quella sede venga eletto il presidente. Le carte giocano a favore di Fernando Mazzocca, fra i massimi esperti d’arte dell’Ottocento e del primo Novecento.
Il Comune lo ha designato un po’ a sorpresa puntando su un nome di prestigio nazionale e internazionale, al quale si affida anche il compito di sprovincializzare le politiche della galleria. La rappresentanza del Comune di avvale poi dell’avvocato Giovanni Giuffrida (confermato), il quale ha espresso posizioni anche in controtendenza al resto del consiglio quando ha ritenuto che Palazzo Mercanti non fosse stato coinvolto nella misura necessaria in certe decisioni-cardine sul bilancio.
Dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano arriva la designazione di Alberto Dosi, già in consiglio. Gli Amici dell’Arte hanno confermato l’avvocato Franca Franchi. Corrado Sforza Fogliani rimane l’esponente scelto dall’Accademia di San Luca anche per questo mandato. Il giovane Alessandro Casali, studente in Cattolica, è il rappresentante della linea discendente maschile della famiglia del collezionista Ricci Oddi e potrà restare consigliere sine die per statuto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà