Roberto Reggi eletto all’unanimità nuovo presidente della Fondazione

31 Maggio 2021

Il passaggio di testimone tra Massimo Toscani (a destra) e Roberto Reggi

La nomina è arrivata nel consiglio a palazzo Rota Pisaroni del tardo pomeriggio di lunedì 31 maggio, quando i neo consiglieri hanno eletto all’unanimità il nuovo presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano: si tratta di Roberto Reggi, già sindaco di Piacenza dal 2002 al 2012. Passaggio di consegne avvenuto alla presenza di Massimo Toscani, non più ricandidabile dopo due mandati alla guida della fondazione di via sant’Eufemia.

“Lo faccio con grande emozione – sono le prime parole del neo presidente Reggi -. In questi casi, quando si assume un ruolo importante come questo, si dice ‘con orgoglio e disciplina’, e io aggiungo anche un po’ di emozione e soprattutto la consapevolezza che la Fondazione, oltre ad essere considerata la cassaforte dei piacentini, è anche un lascito che arriva dai nostri antenati di grande rilevanza, sia in termini economici ma anche in termini di esperienza e di vissuto, che noi abbiamo il dovere di difendere al meglio di far fruttare il più possibile, per poter distribuire le risorse in maniera adeguata sia ai bisogni consolidati che ai nuovi bisogni che si sono generati a causa del Covid”.

Reggi, ingegnere, nel 2014 ha ricoperto il ruolo di Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione nel governo Renzi, ed è stato Direttore dell’Agenzia del demanio fino all’agosto 2018.

Nella sua candidatura, annunciata su Facebook assieme alle sue linee programmatiche, Reggi ha evidenziato i 4 punti ritenuti fondamentali per l’ente: autonomia, quindi libertà dai condizionamenti; responsabilità, che si manifesta nel dialogo con il territorio; trasparenza, nella condivisione delle informazione e le comunicazione delle scelte; indipendenza, con l’operato delle persone in base alle proprie competenze e perseguendo obiettivi condivisi.

“Spero di lasciare al nuovo presidente uno spirito di innovazione, di novità, voglia di fare ed entusiasmo – ha concluso Massimo Toscani, presidente uscente -, un entusiasmo che sia contagioso. Dopo il contagio da Covid ci sia il contagio da entusiasmo che la Fondazione possa dare alla città”.

I nuovi consiglieri piacentini, eletti a febbraio, sono Maria Grazia Sabato (in rappresentanza del Comune), il professor Luigi Cavanna (per la Provincia), il professor Fabio Fornari (indicato dai Comuni del territorio), l’imprenditrice Anna Muselli (Camera di commercio), Ivano Fortunati (Diocesi), Lavinia Gaia Bulla (università Cattolica), Edoardo Favari (Politecnico), Carlo Dallagiovanna (associazioni di volontariato), Tiziana Pisati (associazione la Ricerca) e Mario Magnelli (conservatorio Nicolini).
La componente di Vigevano sarà formata da Daniela Boffino (Comune), Elena Sisaro (Diocesi) e Rossella Buratti (associazioni di volontariato).

Roberto Reggi

© Copyright 2021 Editoriale Libertà