Al Municipale si apre la stagione di danza: domenica ecco “La fanciulla di neve”

03 Gennaio 2022

Si apre la stagione di danza 2022 del teatro Municipale di Piacenza, domenica 9 gennaio alle ore 16, con “La fanciulla di neve” dell’Étoile Ballet Theatre. Liberamente ispirato dalla leggenda russa “Sneguročka”, il balletto è stato rielaborato e coreografato da Ines Albertini e Walter Angelini, anche primi ballerini della compagnia, su musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

TRAMA – Tra incantesimi e fate, la trama vede protagonista Sneguročka, la fanciulla di neve, figlia di Nonno Gelo e Fata Primavera: la sua vita trascorre lieta nel regno d’inverno, isolata dal mondo degli umani, in compagnia degli amici Fiocchi di Neve e dello Spirito della Neve, con i quali danza allegramente. Un giorno, udendo la struggente melodia di un flauto proveniente da un villaggio vicino, la fanciulla supplica i genitori di uscire dal suo regno. Il cuore di ghiaccio di Sneguročka incontrerà l’amore in quel villaggio, ignara di una terribile profezia che pende su di lei. Celebre figura della letteratura russa, protagonista dell’omonima opera La fanciulla di neve di Rimskij-Korsakov del 1882 basata sul dramma di Ostrovskij, nel tempo è divenuta nell’immaginario collettivo un personaggio simbolo legato alle feste invernali. Balletto classico, neoclassicismo e danze di carattere si alternano in questa nuova versione della Fanciulla di neve: in scena, con i primi ballerini Angelini e Albertini, i solisti Francesco Capuano, Francesco Bruni, Triana Botaya Lopez, Javier Monier, Giulia Schenato, Ovidiu Chitanu, Carolina Sangalli e il corpo di ballo dell’Étoile Ballet Theatre.

L’adattamento musicale è a cura di Tony Visentin.

LA COMPAGNIA – L’Étoile Ballet Theatre, nato a Piacenza nel 2020 con danzatori provenienti da tutto il mondo, ha debuttato nel 2021 alla rassegna Estate Farnese. Ines Albertini, piacentina, e Walter Angelini hanno lavorato dal 2010 nelle compagnie americane di Boston, New Jersey, Florida, Delaware, Tennessee, California, North Carolina e New York, interpretando i ruoli principali in un vasto repertorio classico, neoclassico e contemporaneo che include Marius Petipa, Frederick Ashton, August Bournonville, Vasili Vainonen, Yury Grigorovich, George Balanchine, Jiří Kylián, Rudolf Nureyev e Leonid Lavrovsky. Dal 2017 al 2020, sono stati direttori artistici della compagnia americana US International Ballet.

MISURE DI ACCESSO – Si ricorda che, come da disposizioni vigenti, l’accesso allo spettacolo è consentito solo con green pass rafforzato e mascherina ffp2.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà