Pd: “Il progetto sull’acqua è concreto. Il programma della Barbieri qual è”?

23 Maggio 2022

A Piacenza si vota il 12 giugno per il rinnovo dell’amministrazione comunale. Il Pd è intervenuto in una nota.

IL COMUNICATO DEL PD 

“Alcuni  politici di centro destra  si affrettano a criticare le proposte di Programma che, di volta in volta, Katia Tarasconi presenta alla città. L’ultimo caso è relativo alla proposta di convogliare le acque reflue depurate a Borgoforte verso i campi invece che in Po.

Par di capire che, in mancanza di proposte proprie, qualcuno si affanni a rincorrere nel tentativo di recuperare il terreno perduto.

“Se davvero si vuole intraprendere la transizione ecologica occorre operare su tutti i fronti disponibili, dalla promozione di una cultura del risparmio che tutti dobbiamo praticare, alla visione di lungo periodo che impone di intervenire con forti investimenti. Se a Mancasale di Reggio Emilia, con fondi europei, sono riusciti a realizzare un progetto di riuso dell’acqua non si capisce perché a Piacenza non si possa intraprendere un percorso simile – affermano in una nota Renza  Malchiodi e Carlo Berra segretaria cittadina e segretario provinciale del Pd  – Anche tenendo conto del fatto che esiste già uno studio, presentato nel novembre 2020 a Ecomondo, la più grande fiera in Europa per la transizione ecologica e l’economia circolare e rigenerativa. Detto ciò una domanda ci sorge spontanea: le proposte della Candidata della destra piacentina quali sono?  Alcune forze politiche che  sostengono la Barbieri, hanno presentato pochi e generici temi, ma il suo Programma non siamo riusciti a trovarlo. Siamo certi che esista insieme al rendiconto delle cose “fatte”. Ma  un rendiconto, peraltro scarno, non è un Programma – continuano i rappresentanti Dem – Abbiamo trovato invece quello di 5 anni fa. Ebbene, non una delle cose promesse pur improntate alle piccole cose, allora è stata mantenuta.  Il programma di Katia Tarasconi è stato scritto attraverso la partecipazione ed il contributo di tanti, è fatto di cose concrete, impostato  sul breve periodo ma anche pensando  ad una prospettiva futura. Perché quello che si farà nell’immediato avrà una conseguenza su chi verrà dopo, sui bambini e sui giovani di oggi.  Noi, con Katia Tarasconi,  sentiamo anche questa responsabilità”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà