Giunta Tarasconi, ecco la manovra da 18 milioni: bus gratis, Palabanca e Garilli

26 Luglio 2022

Ecco il primo banco di prova: la variazione di bilancio che deve essere approvata in consiglio comunale entro il 31 luglio. Una manovra imponente, che ammonta a quasi 18 milioni di euro. Esordisce così il nuovo vicesindaco della giunta Tarasconi Marco Perini, con deleghe a risorse umane e finanziarie, società partecipate, progetti europei ed efficienza amministrativa.

La variazione – approvata stamattina in giunta – comprende la reintroduzione dell’autobus gratis per gli over 70, il restyling del Palabanca e l’ammodernamento dello stadio Garilli. Ma non solo. Perini, 60 anni, sposato con due figli, commercialista, ex amministratore unico di Asp, illustra il documento deliberato dall’esecutivo di centrosinistra. In attesa dell’ok definitivo nell’emiciclo di palazzo Mercanti.

Quali sono le principali misure contenute nella manovra?
“La variazione di bilancio include un incremento delle spese per le utenze, ovvero luce e gas, a carico dell’ente, 3,7 milioni di euro in più nel 2022, un indicatore che potrebbe influenzare la gestione delle risorse prossimi anni. La manovra è condizionata anche dalle scelte della precedente amministrazione comunale. Si tratta, comunque, di un punto di partenza per il nostro percorso. Tra le misure, rientrano diversi progetti per le emergenze intercettate dai servizi sociali, uno stanziamento di 600mila euro per la sistemazione del ponte di via Colombo, cioè il tratto stradale sopra la pista ciclabile in zona Lupa, a rischio di cedimento, oltre a 30mila euro per l’autobus gratis a favore degli over 70”.

A livello politico condivide la gratuità del trasporto pubblico per gli anziani, senza distinzioni di reddito?
“Sì, si semplifica l’utilizzo dei pullman. L’agevolazione dovrebbe partire alla metà di settembre, l’amministrazione ha già contattato Seta. L’abbonamento gratuito non sarà spedito nelle case, ma gli over 70 potranno ritirarlo negli sportelli indicati. L’opportunità, quindi, viene offerta in base alle esigenze degli utenti”.

Ci sono novità per gli impianti sportivi? Il Palabanca evidenza segni di scarsa manutenzione, mentre lo stadio Garilli necessita dell’omologazione delle balaustre che delimitano gli spalti dal campo di gara prima dell’inizio del campionato.
“In questa variazione si prevede un’opera di ammodernamento del Palabanca, che vale in tutto 1.890.000 euro, di cui 490mila euro messi a disposizione dal Comune, per far fronte alle lacune strutturali. Per quanto riguarda invece lo stadio Garilli, l’amministrazione inserisce a bilancio una somma di 838mila euro in due tranche: la prima quest’anno di 502mila, la seconda di 336mila nel 2023”.

A cosa la giunta Tarasconi ha dovuto rinunciare in questa prima variazione?
“I tempi stringati non hanno permesso di compiere certi passi che sarebbero stati dettati dalla fretta. Preferiamo valutare con più calma i prossimi provvedimenti”.

Che situazione finanziaria arriva dalla precedente giunta Barbieri?
“La parte amministrativa è stata ben gestita”.

L’avanzo di circa otto milioni di euro è un’eredità positiva del centrodestra? O era meglio investire queste risorse?
“Si tratta del frutto di decisioni e situazioni dell’ex giunta Barbieri. Non esprimo giudizi, di certo rilevo un impegno a sfruttare bene questi fondi per metterli in circolo a vantaggio di Piacenza. Presto incontrerò l’ex assessore al bilancio Paolo Passoni per condividere competenza ed esperienza”.

Le sue deleghe comprendono anche quella al personale. La carenza di dipendenti è impattante?
“La riorganizzazione del personale è un tema attuale. Si lavora tanto, ma in pochi. La questione non riguarda solo gli uffici della ragioneria. Occorre intercettare il fabbisogno e provare a soddisfarlo”.

Perini, come vicesindaco ricopre anche un ruolo politico. Che impronta sogna di lasciare alla città nei prossimi cinque anni?
“La nomina di vicesindaco è stata veramente una sorpresa, l’ho saputo cinque minuti prima dell’annuncio. Voglio fare bene per Piacenza, con l’obiettivo di lasciare un contesto di serenità ed entusiasmo alla comunità locale. Un risultato concreto che mi piacerebbe raggiungere? Beh, la lotta all’inquinamento e la vivibilità sono temi prioritari per la nostra giunta”.

L’INTERVISTA A CURA DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà