Nicola Roda, giovane regista piacentino, firma un corto “d’amore” sulla Valtrebbia

02 Agosto 2013

20130802-151242.jpg

Nicola Roda ha 27 anni, vive a Rivergaro e quest’anno ha avuto l’opportunità di scrivere e dirigere il capitolo di un film realizzato per lo IED di Milano, sotto la guida di grandi professionisti, quali Fredo Valla e Giorgio Diritti: “Il tema era i ragazzi ai tempi della crisi economica ma volevamo sottolinearne gli aspetti positivi – ha raccontato Nicola ai microfoni di Telelibertà – sono sei differenti storie girate in tutta Italia, piccoli documentari dove mostriamo i giovani che si rimboccano le maniche, creano nuovi mestieri o scelgono stili di vita alternativi, lontani dal consumismo sfrenato”.

La sua storia Nicola l’ha trovata a pochi passi da casa: “Dopo otto anni passati tra Venezia e Roma, per concludere gli studi in scienze della comunicazione, ho riscoperto la bellezza delle mie radici e degli scenari naturali della Valtrebbia – ha spiegato il regista – il mio video, scelto per chiudere il film, è un atto d’amore per questi luoghi; la protagonista è la mia fidanzata che ha deciso di vivere in una roulotte in riva al Trebbia, rinunciando a certi agi ma scoprendone molti altri”.
Una volta ultimato il montaggio il film farà il giro dei festival nazionali e internazionali mentre Nicola continuerà a coltivare la passione per i documentari e cercherà di realizzare il suo sogno: “Mi piacerebbe fare un giro per il mondo, senza una meta o un obiettivo preciso, alla scoperta di nuove realtà da raccontare”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà