Calendasco, l’associazione cinofila “Tana Jeannette” premiata a Camogli

16 Agosto 2021

Oltre dieci anni di attività ininterrotta, sempre divisi tra l’emergenza “sul campo” nella ricerca di persone disperse e l’addestramento “didattico” per educare il cane ad avere un rapporto sereno con il proprio padrone. Per questo l’associazione di Calendasco “Search and Rescue K9 – Tana Jeannette” guidata dal veterinario Stefano Cremona sarà premiata oggi, domenica 15 agosto, a San Rocco di Camogli nell’ambito del “Premio Internazionale Fedeltà del Cane”, istituito dal 1962 per dare il giusto riconoscimento agli amici quattrozampe che si impegnano per salvare delle vite umane.
Tra i tanti episodi di bontà che saranno omaggiati nella cittadina ligure, c’è l’impegno dell’associazione calendaschese che dal 2010 forma unità cinofile da soccorso per la ricerca di persone disperse, sia in superficie sia al di sotto di macerie, nell’ambito della Protezione Civile. Oggi conta in tutto 26 unità cinofile ma si occupa anche dell’educazione del cane mediante un approccio didattico “cognitivo-relazionale” e attività ludico-sportive che sono utili a migliorare (o a rivalutare) il rapporto con l’amico a quattro zampe.

“La nostra filosofia è la professionalità, non uno strumento per mettersi in mostra ma per mettersi in discussione – sottolinea Cremona -. Ma anche la solidarietà intesa come modo di essere, l’amore per il cane che nasca da reciproco rispetto e il traguardo finale che sia sempre vissuto come un punto di partenza”.

TUTTO L’ARTICOLO DI CRISTIAN BRUSAMONTI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà