Piacenza

Al rientro dall’Africa, marito-stalker trova i carabinieri ad attenderlo

15 ottobre 2012

Appena rientrato dall’Africa, dove era andato dopo la denuncia per violenze, non potrà più avvicinarsi alla moglie, alla casa e ai luoghi che frequenta. Appena sceso al porto di Genova da un’imbarcazione proveniente dall’Africa, un cittadino tunisino di 39 anni ha trovato ad attenderlo i carabinieri della stazione principale di Piacenza e la polizia di frontiera del capoluogo ligure. I carabinieri hanno notificato al nordafricano una misura cautelare di divieto di avvicinamento nei confronti della moglie, una cittadina tunisina di 32 anni. La donna aveva denunciato il marito lo scorso giugno per una lunga serie di presunti maltrattamenti e violenze che sarebbero incominciati oltre dieci anni fa. All’origine di tutto il fatto che la donna si sarebbe avvicinata un po’ troppo ai costumi occidentali.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza