Piacenza

Botti di Capodanno, è l’anno delle “Tre torri”. Divieto a Cadeo e Bettola

31 dicembre 2012

Mentre il sindaco di Fiorenzuola Compiani, proprio come ha fatto nei giorni scorsi il primo cittadino di Piacenza Dosi, raccomanda la prudenza nell’utilizzo dei petardi la notte di Capodanno, i piacentini amanti del genere si organizzano per i festeggiamenti.
“La vendita dei botti – spiega il tabaccaio piacentino Romano Ferri- è iniziata bene, ha subito un piccolo rallentamento quando si credeva che li proibissero per poi riprendere una volta chiarita la loro legalità.
Le novità di quest’anno sono due: i Mandi e le 3 torri, rispettivamente 49 e 24 lanci, i primi più assortiti nei colori, i secondi a ventaglio. La spesa minima per fare un pò di botti- prosegue Ferri- è di circa 70 euro. Quest’anno quasi la totalità può essere utilizzata solo dai maggiorenni. Il pubblico è di tutte le età”.

In provincia, i botti sono stati vietati a Bettola e a Cadeo. A Rivergaro il sindaco Pietro Martini, come altri colleghi, ha invece emanato solo un invito alla popolazione affinché non utilizzi nei festeggiamenti di Capodanno petardi, fuochi d’artificio o razzi sul territorio comunale.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE