“Pendolari, collegamento Milano-Piacenza in 29 minuti”

04 Febbraio 2013

Rilanciare le infrastrutture, dare ossigeno alle imprese del territorio, alleggerire il “catino” di inquinanti che pesa sulla Pianura Padana. Grande partecipazione, in Provincia, per la presentazione di uno studio di fattibilità della “mediana” piacentina – il primo realizzato dopo più di dieci anni di dibattito sulla “pedemontana” – realizzato dalla società Centropadane e da Camera di Commercio. La “mediana” che da Castelsangiovanni dovrebbe portare a Fiorenzuola è stata rilanciata da Giuseppe Parenti, presidente della Camera di Commercio, precisando che tutte le associazioni economiche di categoria sono d’accordo con la realizzazione della nuova infrastruttura. Frena l’assessore provinciale Patrizia Barbieri: “Non possono non rilevare che il progetto presenta elementi difformi dal piano territoriale di programmazione provinciale e dalle programmazioni comunali: ciò non significa che non si debba cominciare un dialogo su un tema così importante”. Per l’occasione, Parenti ha annunciato che la prossima settimana incontrerà Trenord per portare avanti il discorso di un collegamento rapido di qualità tra Milano e Piacenza: “Sarà possibile collegare le due città in 29 minuti”, ha concluso. Il costo della “mediana” piacentina, ipotizzato da Centropadane, varia dai 360milioni ai 550milioni di euro. Tre i percorsi formulati: un collegamento più lungo da Castelsangiovanni a Fiorenzuola, uno da Fiorenzuola a Rottofreno e uno da Fiorenzuola a Pontenure.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà