Compra braccialetto con carta di credito presa al padre, giovane a giudizio

23 Aprile 2013

20130423-211350.jpg

Fa sparire la carta di credito del padre, acquista un braccialetto d’oro che subito dopo rivende in un Compro Oro. Ma viene scoperto, denunciato e rinviato a giudizio per truffa. Il fatto risale allo scorso anno e riguarda un giovane piacentino con problemi di tossicodipendenza che attualmente si trova ricoverato in una comunità di recupero. Il ragazzo, che ha 21 anni, si è impadronito della carta di credito del padre e ha raggiunto una gioielleria chiedendo di acquistare un braccialetto d’oro. La carta non ha funzionato, ma il proprietario che conosceva la famiglia del ragazzo si è fidato. Il 21enne ha rivenduto il monile per 300 euro e il commerciante dopo aver scoperto che i genitori del giovane non sapevano nulla ha denunciato il fatto. Dopo le indagini il giovane è finito a processo.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà