Adotta un alpino: la piacentina Silvia Cavalli ospita 15 penne nere per l’Adunata

27 Aprile 2013


Salame piacentino in cambio di vini bresciani doc: è stata l’ottima tradizione enogastronomica italiana a siglare l’accordo tra la piacentina Silvia Cavalli e i suoi ospiti, quindici penne nere che nei giorni dell’adunata nazionale utilizzeranno come baita un ampio locale disabitato, a pochi passi del centro storico, di proprietà della famiglia di Silvia. ” Erano venuti in sopralluogo a Piacenza, hanno visto questo spazio e ci hanno contattati – ha raccontato Silvia ai microfoni di Telelibertà, – mi è sembrata una bella occasione, i miei amici mi hanno parlato con grande entusiasmo dell’adunata, sarà una grande festa per tutta la città”. Il nutrito gruppo di alpini, tutti provenienti dalla provincia di Brescia, non ha perso tempo: il locale è già stato ripulito e attrezzato e nei prossimi giorni torneranno in città per ultimare i lavori e preparare il gazebo che sarà allestito all’esterno della struttura. “Sono stati gentilissimi e molto organizzati, hanno fatto tutto loro – ha commentato Silvia – li abbiamo accolti con dei salami piacentini e loro ci hanno portato alcuni vini della loro zona”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà