Spedizione punitiva con spranghe: due arresti a Fiorenzuola

16 Maggio 2013

Violenta aggressione con spade e coltellacci, due arresti. I fatti, di cui avevamo già scritto, risalgono al 23 dicembre nei pressi di un locale in via Roma a Fiorenzuola: un giovane, nella colluttazione, aveva riportato un profondo taglio alla mano giudicato guaribile in 90 giorni e altre due persone erano rimaste ferite in modo più lieve. Le meticolose indagini dei carabinieri hanno chiarito che si trattava di una spedizione punitiva e non di una rissa: sette marocchini, di cui due arrestati e cinque denunciati, hanno atteso armati di spranghe e coltelli da macellaio, tre italiani. I reati contestati sono di lesioni gravi in concorso e di porto e detenzione di oggetti da offendere. In manette sono finiti un 27enne e un 32enne, marocchini, residenti tra Fiorenzuola e Cadeo. A spingerli alla violentissima collutazione il corteggiamento insistente da parte degli italiani, due 50enni e un 25enne di origini pugliesi, nei confronti della moglie del 32enne nordafricano, che sarebbe stata presa anche a schiaffi, per aver rifiutato le avances ricevute dal gruppetto. Ad avere la peggio il 25enne, operato a Modena, dove ha subito un intervento delicatissimo alla mano .

© Copyright 2021 Editoriale Libertà