Il papà del piccolo Luca a Vanity Fair: “Penso sempre a lui”

07 Agosto 2013

Andrea Albanese ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair a due mesi dalla tragedia. “Ho pensato di farla finita, ma devo andare avanti per Luca e perché fatti del genere non accadano mai più” – racconta Andrea. Il dolore è ancora insopportabile e il papà del piccolo morto perché dimenticato in auto non si darà mai pace. “Mi sento malissimo – prosegue – ma non so cosa sia successo; la sola spiegazione che mi riesco a dare è che ci sia stato qualcosa di biologico che non ha funzionato nel mio corpo, nella mia mente: perché io ero assolutamente convinto di avere portato Luca al nido. Non mi vergogno a dire che ho pensato di ammazzarmi. Ma quando mi sono risvegliato dopo 15 giorni di ospedale ho deciso che dovevo lottare. “A volte quando resto solo – continua il papà piacentino – quando guido, o mi sveglio per un attimo, penso di andare di là da Luca e poi mi ricordo che lui non c’è più”.

Andrea e Paola (la mamma del piccolo Luca) non escludono di diventare ancora genitori ma Andrea è sicuro di una cosa: “Rimarrò per sempre il padre di due bambini. Per sempre”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà