Vestiti e oggetti usati: sul web migliaia di annunci di piacentini

16 Agosto 2013


Si mette in vetrina di tutto: dal passeggino del bimbo, ormai cresciuto, al set di tazzine ancora imballato passando per il “datato” e ingombrante televisore ancora perfettamente funzionante.
I tempi sono cambiati e i piacentini si adeguano; i tipici bigliettini di “cerco” o“vendesi” sono “slittati” dalle bacheche di bar e distributori di carburante a internet, dove basta un giro veloce tra i siti specializzati per trovare decine di migliaia di annunci provenienti da Piacenza.
Pochi i pezzi da collezione molti gli articoli di uso comune, in vendita a poche decine di euro: il mercato dell’usato, fomentato dalla crisi economica, sta vivendo un momento d’oro e molti privati ne approfittano per ricavare qualche spicciolo dalla vendita di articoli inutilizzati o superflui.
C’è chi tenta di piazzare il caricabatterie del vecchio cellulare a 8 euro, chi offre un intero stock di abbigliamento per neonati per meno di 30 euro e chi mette a disposizione dei compratori il mobilio completo di soggiorno o stanza da letto.
L’elenco è sterminato: asse da stiro, borsette da donna, pezzi di ricambio per motociclette, peluche, videogiochi, lampadari, volumi rilegati, ombrelli, soprammobili, cucce per i cani e tanto altro.
Il messaggio implicito è sempre lo stesso: in tempi di crisi non si butta via niente.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà