Cercando l’assassino di via Colombo la polizia trova un latitante albanese

03 Settembre 2013

Nelle ore successive all’omicidio di via Colombo la polizia ha messo in atto una capillare rete di controlli, fermando una decina di automobili e controllando almeno 20 persone, in particolare di origine albanese. Tra questi è stato scoperto un uomo che deve scontare una condanna di un anno e 8 mesi emessa dal tribunale di Torino. Lo straniero, una volta ufficializzata la sentenza, aveva chiesto di poter accedere alla pena accessoria, vale a dire l’espulsione dall’Italia, ed era stato accompagnato al confine. Pochi giorni dopo, però, l’albanese era rientrato in Italia con un falso nome. Quando gli agenti lo hanno fermato non aveva con sé i documenti, una volta identificato la questura ha scoperto la condanna ancora da scontare e lo ha accompagnato alle Novate, dove dovrà restare per i prossimi 20 mesi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà