Don Mosconi torna per un mese a Piacenza: “La vita è missione, ovunque”

10 Settembre 2013

In Brasile ci è andato per la prima volta nel 1967, doveva starci per 4 anni e invece è ancora là, in Amazzonia, a predicare il Vangelo. Negli ultimi tempi, però, la nostalgia di Piacenza e della sua Travazzano si fa sempre più sentire e i suoi ritorni a casa sono più frequenti. Don Luigi Mosconi resterà in città per un mese, ospite di don Giancarlo Conte in San Giuseppe Operaio: “Devo ammettere che il desiderio di tornare alle origini è forte – spiega – anche se il mio impegno in Brasile è sempre molto intenso. Credo comunque che tutta la vita debba essere una missione, ovunque. Quindi, con molta umiltà, ritengo che avrei qualcosa da trasmettere anche qui, a Piacenza”.

Grande conoscitore dell’America Latina, il sacerdote piacentino sente di avere una forte affinità con un argentino diventato Papa: Jorge Bergoglio. “Spero di poterlo incontrare presto – spiega don Mosconi – anche se mi basta sentirlo parlare per capire la forza del suo messaggio e la vicinanza alla sua missione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà