Va a funghi e trova una bomba a mano nei boschi di Morfasso

24 Settembre 2013

20130924-170339.jpg

Cercava funghi invece si è imbattuto in un ordigno bellico. È successo ieri pomeriggio nei boschi di Morfasso, nella zona di Santa Franca. Il fungaiolo ha immediatamente avvertito i carabinieri che hanno avviato il protocollo di sicurezza previsto per le attività di bonifica dell’ordigno, che risale alla seconda guerra mondiale.
Si tratta di una bomba a mano di fabbricazione italiana, tipo Breda, priva di manico in legno.
La bomba a mano con manico in legno è alta circa 30 cm pesa 1,3 chili di cui 60 gr sono di tritolo, ha un diametro di 91 mm ed è uan bomba anticarro.
Il 2° Reggimento Genio Pontieri è una delle sette unità dell’Arma del Genio incaricate di bonificare il territorio dell’Italia centro settentrionale dai numerosi residuati bellici ancora esistenti e pericolosi. Si tratta di una attività particolarmente delicata coordinata dal 1° Comando forze di Difesa con sede a Vittorio Veneto. Le operazioni di messa in sicurezza del territorio coordinate dalla Prefettura di Piacenza saranno effettuate venerdì dal personale Eod del 2° Pontieri. Ad oggi sono oltre 5.000 gli interventi su ordigni di ogni tipologia e misura, messi in sicurezza e successivamente distrutti dai Pontieri che sono spesso chiamati a portare la loro esperienza e preparazione anche nei Teatri Operativi dove è attualmente impiegato l’Esercito Italiano.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà