Rivelò segreti d’ufficio della Camera di commercio, condannato a 3 anni

26 novembre 2013

GIIPIA0a022020131030

L’ex ispettore metrico della Camera di Commercio è stato condannato a 3 anni di pena per rivelazione di segreto ufficio e per accesso abusivo al sistema informatico della Camera di commercio e assolto dall’accusa di furto di documenti.  L’altro impuntato al processo è un professionista specializzato nella taratura di strumenti di precisione ed è stato assolto da ogni accusa.
Il giudice ha disposto anche il pagamento di una provvisionale di 20mila euro per la Camera di Commercio. Per i due imputati erano stati chiesti due anni di pena.
I fatti che hanno portato al processo risalgono al 2010, quando un’impiegata della Camera di commercio aveva segnalato ai dirigenti dell’ente alcune irregolarità e ne era seguita un’indagine dei carabinieri.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE