Piacenza

Forconi, in 300 al corteo di protesta: “Politici tutti a casa”

13 dicembre 2013

Corteo Forconi

Il sindaco Dosi ha voluto incontrare i manifestanti, quasi “scusandosi” per l’atteggiamento avuto dal mondo politico in generale in questi anni e condividendo con loro alcune delle osservazioni critiche che animano la protesta.

AGGIORNAMENTO DELLE 15.10 – E’ partito alle 15 il corteo pacifico del gruppo che si autodefinisce Movimento 9 dicembre,composto da circa 300 persone, con striscioni e cori. Una volta arrivati in piazza Cavalli i manifestanti si sono radunati e hanno improvvisato un “funerale” della politica e dell’attuale governo, definito “schiavo dell’Europa e contro gli italiani”. Tra i manifestanti imprenditori, agricoltori, impiegati, disoccupati e studenti, a portare una simbolica croce il consigliere provinciale Bruno Ferrari, che ha denunciato i problemi delle zone di montagna. “Non abbiamo i forconi e non siamo politicizzati, rappresentiamo solo una piccola parte dei cittadini esasperati”, hanno detto i partecipanti, annunciando anche che il presidio a barriera Genova proseguirà ininterrottamente anche per i prossimi giorni.

AGGIORNAMENTO DELLE 12.30 – “Non chiamateci forconi”. Questa è la frase ricorrente ripetuta dalle persone che dormono in una tenda vicino al liceo Respighi da otto giorni. “Non vogliamo essere accostati alle proteste, anche violente, che stanno paralizzando l’Italia” ripetono ai microfoni di Telelibertà. “Vogliamo le stesse cose del movimento dei forconi ma non usiamo metodi violenti. La manifestazione di oggi, prevista alle 15, sarà un corteo pacifico per chiedere alla classe politica un drastico cambiamento.” Il gruppo, che si autodefinisce Movimento 9 dicembre, è composto da ex artigiani e disoccupati che “non riesce più a vivere in questo modo. Le tasse e la mancanza di lavoro stanno annientando la nostra vita e i nostri sogni”.

NOTIZIA DELLE 7
Forconi, oggi pomeriggio il corteo pacifico di protesta contro il governo
Inizierà alle 15 di oggi pomeriggio, dal Gazebo di via Genova con destinazione piazza Cavalli, la manifestazione di protesta dei “Forconi”, il “gruppo di cittadini senza bandiere di partito, pacifici ma arrabbiati con un Governo reo di non aver fatto riforme e dunque da destituire”; così preferiscono essere definiti.
Da lunedì stazionano giorno e notte nel gazebo informativo posizionato all’imbocco del Facsal. “Dopo la diffidenza iniziale, adesso la gente addirittura ci porta la pizza” commentano i manifestanti che invitano i piacentini a scendere in strada con loro oggi pomeriggio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE