Ferrovie Dimenticate, nel Piacentino si ricorda la Piacenza-Bettola

02 Marzo 2014

Tramvie  a vapore a Piacenza Ponte dell'Olio panorama ponte con Tram in passaggio inizio novecento  -720

Torna oggi, per la settima edizione, la giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate. L’appuntamento è con un centinaio di eventi in numerose realtà italiane, tra escursioni, passeggiate in bici lungo tratti ferroviari in abbandono, convegni, mostre fotografiche, presentazioni di libri, visite a impianti e rimesse, e così via. Con un obiettivo: recuperare e valorizzazione i tracciati ferroviari “minori”, promuoverne il riutilizzo e favorire così un turismo sostenibile e più vicino alle realtà locali.

Anche nella provincia di Piacenza c’è una ferrovia dimenticata: la Piacenza (barriera Roma) – Bettola, aperta nel 1933 e chiusa nel 1967. La sua sede ferroviaria è rintracciabile a tratti, soprattutto nella parte terminale della linea. Ben conservato il viadotto in curva in cemento armato risalente al 1930 sul fiume Nure presso Pontedellolio.

Per ricordare questa ferrovia dismessa il Comune di Vigolzone, assieme a Gruppo Escursionisti Vigolzonesi, UISP Cicloturismo Piacenza, Vigobike Vigolzone e Associazione Culture Sviluppo Locale, organizza per domenica 9 marzo una doppia escursione guidata, a piedi e in mtb, nel tratto presente sul territorio comunale di Vigolzone, con partenza alle 14.30.

Altre linee a binario hanno attraversato la provincia di Piacenza, dirette a Castelsangiovanni, Pianello, Rivergaro. Anche due linee tramviarie, provenienti da Cremona e gestite dalla S.I.F.T. Società Italiana di Ferrovie e Tramvie: la Cremona – Piacenza (1882/1892 – 1935) e la Cremona – Lugagnano (1900 – 1933). Attivata nel 1882 da Piacenza a Croce Santo Spirito e ultimata nel 1892 con la costruzione del ponte sul Po, nel 1900 venne diramata in località Cristo per Castell’Arquato e nel 1902 arrivò al capolinea di Lugagnano.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà