Premio Giana Anguissola, i riconoscimenti agli studenti delle scuole superiori

04 Giugno 2014

Premio Giana Anguissola (166)-800

Tre classi del liceo Gioia – la 5a A della sezione scientifico, la 1a D e la 2a A della sezione linguistico – hanno avuto nei giorni scorsi l’opportunità, insieme ad alcuni studenti del liceo Cassinari, di incontrare nella sede del quotidiano La Stampa, a Torino, il direttore Mario Calabresi.
Si è svolta infatti in questa sede d’eccezione, l’attribuzione dei riconoscimenti del premio Giana Anguissola per le scuole superiori, incentrata anche in questo caso – come per i più giovani delle medie inferiori – sul tema “Il futuro è per tutti. Storie di ragazze e ragazzi che ce la fanno”. Un argomento su cui lo stesso Mario Calabresi ha incentrato il proprio intervento, rievocando le difficoltà delle generazioni precedenti “che il futuro hanno dovuto inventarselo, dopo aver perso ogni cosa” e invitando i giovani presenti a “cogliere anche le delusioni, che inevitabilmente arriveranno, come un’opportunità per crescere e per fare esperienze importanti”.

Per quanto riguarda i premi, nella categoria “Scrittura”, il 1° posto a pari merito è andato alle studentesse Gloria Beccalupi ed Eleonora Vespari, entrambe del liceo Gioia, con i rispettivi elaborati: “Tre passi di danza” e “Si ricomincia”. Secondo gradino del podio per Martina Uttini del liceo Gioia con il testo “Di un azzurro mai visto prima”, terzi classificati ex aequo Alessandro Lusitani del liceo Gioia con “Paralisi” e Omar Baruzzi dell’istituto Marcora, “Io detenuto”.
Per la categoria “Segni”, i due riconoscimenti sono stati attribuiti a Beatrice Rossetti e Maria Cristina De Carolis del liceo Cassinari, con le opere “Nelle nostre mani” e “Staccati dalle certezze percorriamo il futuro”.
L’evento, promosso dalla biblioteca comunale Passerini Landi e organizzato in collaborazione con Equilibri di Modena, è stato realizzato con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà