Asp Morigi, amministratore unico al posto del Cda: statuto approvato

24 Giugno 2014

collegio morigi

Un amministratore unico in sostituzione al Cda dell’Asp (Azienda servizi alla persona) Morigi De Cesaris. Un cambiamento allo statuto che è stato votato oggi pomeriggio dalla commissione 4 per adeguare il documento alla riforma regionale delle Asp, ma anche per dare più forza all’assemblea dei soci, ovvero a Comune e Provincia.

“Il mio voto è contrario e tengo a sottolineare che si tratta di un voto politico – ha detto Botti (Ncd) – .Il sistema delle Asp continuerà a non funzionare anche con l’introduzione dell’amministratore unico, anzi, sarà ancora peggio perché controllato ancora di più da Bologna. Parliamo di un sistema che è a serio rischio default e non posso votare favorevolmente”.

Contrario alla modifica statutaria anche il consigliere del Carroccio Massimo Polledri: “Non partecipo alla votazione perché l’idea dell’uomo solo al comando non mi piace; penso che ci voglia una qualche forma di rappresentanza politica. Ritengo inoltre discriminante il criterio di accesso alla struttura che divide convenzionati e non convenzionati, per non parlare poi di una graduatoria a sistema chiuso”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà