Rivoluzione in città: lampioni intelligenti e nuove telecamere

01 Luglio 2014

Pali dell’illuminazione pubblica intelligenti, una dozzina di nuove telecamere a sorvegliare il traffico lungo le vie di accesso alla città, un risparmio del 30 per cento sui consumi di energia, con ovvie conseguenze positive sull’ambiente. Partirà dal Polo logistico, ma si allargherà a tutta la città la rivoluzione che attende 17mila “pali della luce”, anche se ormai sembra dispregiativo chiamarli così.

Oggi in giunta è stata approvata la delibera con cui di fatto Palazzo Mercanti riceverà i 350mila euro di contributi regionali per il telecontrollo di 576 punti luce nella zona sud, la Apea 2. A curare l’intervento sarà Enel Sole.
“Sarà installato il sistema di telecontrollo su ogni palo – spiega il Comune – la cui funzionalità sarà dunque regolata e monitorata 24 ore al giorno e in maniera indipendente rispetto agli altri”. Dunque luce più fioca nelle ore di minore traffico e nelle zone meno frequentate, con un risparmio di energia che solo in questa zona sarà del 25 per cento all’anno. Per intenderci, come se venissero piantati oltre 5mila alberi.

I privati di Apea 1 nei prossimi mesi finanzieranno un intervento simile, ma il vero punto di svolta è rappresentato dall’accordo che l’amministrazione ha stipulato con Enel Sole, valido sino al giugno 2016. “Una convenzione – spiega l’assessore Giorgio Cisini – che ha grandi vantaggi per noi: la società si farà carico del consumo di energia in città, che significa un milione di euro risparmiati all’anno, in più mette sul tavolo 1.2 milioni per rendere intelligenti tutti i 17mila punti luce cittadini”.
Il primo passo riguarderà circa 5mila pali: grazie al sistema di telecontrollo e di onde convogliate tutti i lampioni diventeranno intelligenti, regolabili quindi in intensità e consumo, consentendo di conoscere in tempo reale problemi o rotture.
Non solo, il nuovo sistema consentirà l’installazione di 12 nuove telecamere, sistemate all’imbocco della città lungo le principali strade. “Ciò permetterà innanzitutto di monitorare i flussi di traffico”, chiarisce Cisini, che sottolinea ancora i grandi benefici ambientali che arriveranno in termini di risparmio energetico e minor inquinamento.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà