Fallimento Piacenza, ancora un rinvio della causa da 7 milioni di euro

09 Luglio 2014

20140709-164733.jpg

Il giudice del lavoro Elisabetta Arrigoni ha rinviato al prossimo 13 novembre l’udienza programmata questa mattina nell’ambito della causa intentata dai curatori fallimentari del Piacenza Calcio nei confronti dei sette tesserati biancorossi coinvolti nello scandalo legato alle scommesse. Si tratta di Cassano, Conteh, Catinali, il diesse De Falco, Sbaffo e Rickler. Ammonta a sette milioni di euro la richiesta formulata a titolo di risarcimento danni da parte dell’avvocato della curatela fallimentare, Daniele Pezza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà