Piacenza

Casa cantoniera acquistata dagli alpini dopo due anni

3 ottobre 2014

Casa cantoniera via Colombo

Case cantoniere, queste sconosciute. Solitamente si scorgono lungo la strada passando in auto e si notato per il loro inconfondibile colore rosso pompeiano. Ma in pochi ne conoscono le origini. Non tutti sanno, infatti, che si tratta di immobili di proprietà demaniale gestiti da Anas e prendono il nome dai cantonieri, cioè gli addetti alla manutenzione delle strade che, per esigenze di servizio, le utilizzavano come alloggio. Per i costi eccessivi, negli anni ottanta sono state dismesse. Molte sono state chiuse, altre sono passate agli enti regionali o provinciali. Negli ultimi anni, per far fronte alla crisi economica, alcune sono state vendute a privati.

Anche nella nostra provincia stanno servendo a rimpinguare le casse degli enti locali alle prese con drastici tagli alle risorse. La Provincia di Piacenza, in particolare, è entrata in possesso di 4 case cantoniere concesse gratuitamente da Anas. Sono quelle di Caorso, Ferriere, Castelsangiovanni e quella di via Cremona a Piacenza. La struttura di Caorso è stata venduta il 28 gennaio 2014, tramite asta, ad un privato per 104mila euro. All’asta sono finite anche le case cantoniere di Ferriere e Castelsangiovanni.

Un discorso a parte lo merita la casa cantoniera di via Cremona a Piacenza in comodato d’uso agli alpini da due anni. Dalla prossima settimana ne diventeranno i proprietari effettivi grazie all’acquisto definitivo. Il costo è di 130mila euro. In questo caso l’asta non è pubblica perché il regolamento della Provincia consente di avviare una trattativa privata nel caso si tratti di associazioni che hanno finalità sociali o di protezione civile.

Il presidente della Provincia Massimo Trespidi si è detto soddisfatto perché con i fondi raccolti verranno finanziate opere pubbliche.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE