Truffe alle assicurazioni, la difesa:
“Non fu associazione a delinquere”

21 Marzo 2015

Operazione antitruffa

“Non si tratta di un’associazione a delinquere, dunque questa accusa va eliminata. Anche per questo, chiediamo il minimo della pena”. Si sono pronunciate così le difese di tre dei quattro imputati attualmente a giudizio per una lunga serie di truffe alle assicurazioni con falsi incidenti scoperta dai carabinieri di Rivergaro. Si tratta dei titolari di un’agenzia che si occupava di pratiche relative a sinistri stradali con sede in piazza Cittadella, per ciascuno dei quali la Procura di Piacenza aveva chiesto 12 anni di reclusione. Per un’altra persona a giudizio, che si sarebbe prestata a collaborare con loro, il pubblico ministero Emilio Pisante ha invece chiesto cinque anni. Terminate le arringhe difensive, si aspetta solo la sentenza, che dovrebbe essere pronunciata martedì prossimo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà