Sesso, istruzioni per l’uso: i giovani chiedono di abbattere il tabù

05 Maggio 2015

DSC_0016-800

Parlare di sessualità agli adolescenti non è parlare al vento. Sono gli stessi ragazzi e ragazze a chiedere che un’opera informativa seria venga fatta nei loro confronti, senza essere abbandonati ad un web del tutto inaffidabile. Chi chiede una seria opera di educazione sessuale sono giovani e docenti. Il messaggio arriva dal convegno-pilota che la Società italiana di Andrologia (sezione Marche-Emilia Romagna-San Marino) ha offerto ieri a Piacenza e a cui hanno partecipato 180 studenti di quarta e quinta dei licei Cassinari, Gioia, Respighi. Presidente e responsabile scientifico l’andrologo piacentino Carlo Maretti, tra gli esperti al tavolo dei relatori dell’incontro tenutosi al Centro di formazione Cariparma in via San Bartolomeo. Crescita sessuale, pornografia, contraccezione, malattie sessualmente trasmissibili: di questo e altro si è parlato e i ragazzi, su fogliettini anonimi, hanno posto domande che probabilmente non avrebbero avuto il coraggio di fare a voce alta. E gli esperti hanno risposto.

L’APPROFONDIMENTO IN DUE PAGINE OGGI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà