Provincia

Imprenditore fa assolvere i giovani ladri: “Materiale scadente, lo avrei regalato”

8 dicembre 2015

tribunale

Accusati di aver rubato cinquanta matasse di fil di ferro, due ventenni (lui di Piacenza, lei di Brescia) sono stati assolti dal tribunale di Piacenza. In aula, l’imprenditore derubato ha detto: “Quel materiale era di scarsissimo valore e se quei due, invece di portarlo via, l’avessero semplicemente chiesto, l’avrei regalato”. I due sono stati assolti.

A chiedere l’assoluzione lo stesso pubblico ministero Monica Bubba e l’avvocato difensore Sara Stragliati. Richieste accolte dal giudice.

I fatti erano avvenuti nel maggio dello scorso anno a Gazzola. Due ladri avevano preso di mira un cassonetto che si trovava lungo la strada e in proprietà privata, anche se non delimitata o segnalata. I due avevano quindi caricato su un furgone le matasse di fil di ferro e si erano allontanati. Poco dopo i carabinieri di Rivergaro, nel corso di un normale controllo, avevano fermato la coppia di ventenni, il piacentino e la bresciana.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE