Piacenza

Bilancio agricoltura, Coldiretti: “Risparmio di 3 milioni”. Allarme siccità

22 dicembre 2015

IMG_00002975 (1)-1000

Prima l’alluvione, poi la siccità. Si chiude un’annata difficile secondo il presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti, che oggi ha presentato i dati dell’annata agraria 2015. Crotti, alla guida di Coldiretti da giugno, ha espresso forti timori per la siccità in corso: “Le falde non sono integrate e la prossima campagna potrebbe risentirne pesantemente”.

È stata l’occasione anche per parlare dell’esperienza piacentina ad Expo 2015 e dell’impegno del Governo con quella che è stata definita la legge di stabilità green: “Per quanto riguarda l’Imu, il risparmio per le aziende Coldiretti Piacenza è pari a 2 milioni, mentre per l’Irap, grazie all’esenzione per i titolari di reddito agrario, il risparmio è di un milione”.

Sono stati anche forniti i dati elaborati dall’ufficio paghe: nel 2015 gli operai agricoli a tempo determinato sono stati 2.950, quelli a tempo indeterminato invece sono 199. Inoltre si contano oltre 10mila voucher venduti dall’Inps.

“Il 50% della manodopera è straniera” ha commentato Crotti: “C’è comunque una situazione di trasparenza e legalità di cui siamo fieri”.

Si è parlato inoltre degli infortuni, circa 200 nel 2015 a cui si aggiungono 68 malattie professionali.

Infine il progetto Campagna Amica e i dati sul fatturato del Consorzio Agrario Terrepadane, che oggi opera su 4 territori oltre a Piacenza, ovvero Pavia, Milano, Lodi e Monza. “Ciò – ha commentato il presidente Luigi Bisi – ha consentito di diversificare i prodotti e di far crescere il fatturato dei prodotti da 140 milioni nel 2013 a 180 milioni nel 2015”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Economia e Politica Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE