Multe dalla Croazia: “Occhio alla truffa”. Casi anche a Piacenza

09 Gennaio 2016

Screenshot - 08_01_2016 , 18_53_11

Attenzione alle multe truffa. Anche a Piacenza sta circolando una nuova forma di raggiro: a casa arriva, spesso con una raccomandata, una comunicazione che proviene dall’estero, per lo più dalla Croazia ed intima il pagamento di una contravvenzione per infrazioni come ad esempio l’eccesso di velocità o il divieto di sosta.

Cadere nel tranello è facile, anche perché sono molti gli italiani che si recano in Croazia per le vacanze. Ad insospettire da subito le associazioni dei consumatori è il fatto che alcuni dei destinatari del verbale non hanno mai trascorso un soggiorno all’estero. Inoltre i tempi richiesti per procedere con il pagamento risultano assolutamente fuorilegge.

Il consiglio è quindi quello di non effettuare il pagamento e nel dubbio rivolgersi alle forze dell’ordine.

Al riguardo Angela Cordani della Federconsumatori invita a mantenere la calma: “I cittadini che abbiamo affiancato, rispondendo in maniera negativa a queste richieste, non sono più stati contattati dal mittente, a dimostrazione che si è trattato di un tentativo di truffa”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà