Banca dati antimafia, nella nostra provincia iscritti Provincia, 28 Comuni e 3 Unioni

11 Febbraio 2016

prefettura

Sono diversi i Comuni piacentini che non sono ancora accreditati alla “Banca dati nazionale antimafia”, che permetterà, attraverso il sistema telematico, non solo il rilascio delle comunicazioni, ma anche delle informazioni antimafia.
“Tutti gli enti pubblici della provincia interessati – ha spiegato la prefettura di Piacenza al termine della riunione di questa mattina con le amministrazioni coinvolte nella Conferenza permanente, presieduta dal prefetto Anna Palombi – dovranno accreditarsi secondo una procedura che è stata già comunicata, per poi ricevere le password che costituiscono il primo passo per l’accesso al sistema nel quale dovranno essere inserite le richieste di documentazione antimafia”.

Ad oggi sono stati accreditati la Provincia, 28 Comuni, 3 Unioni di Comuni e 5 enti pubblici, mentre sono in fase di accreditamento 5 Comuni ed 1 ente pubblico, i cui nomi però non sono stati resi noti.

Al termine sono stati forniti i dati riguardanti le certificazioni Antimafia rilasciate nell’anno 2015: 3.894, di cui 1.708 informazioni, 2.184 comunicazioni rilasciate e 2 comunicazioni respinte.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà