Bus in via Dei Pisoni, si parte lunedì. Cisini: “Parcheggio per il centro con 400 posti”

15 Aprile 2016

foto (35)

Autostazione di via Dei Pisoni, è tutto pronto. La rivoluzione del trasporto pubblico extraurbano parte ufficialmente lunedì prossimo. Stamattina la giunta comunale ha effettuato un sopralluogo per verificare gli ultimi dettagli dell’operazione che interesserà soprattutto gli studenti piacentini e che, in questi giorni, sta preoccupando i genitori.
“Voglio tranquillizzare tutti – ha spiegato stamattina l’assessore ai lavori pubblici Giorgio Cisini – i ragazzi si potranno recare come prima in piazza Cittadella dove ad attenderli ci saranno bus navetta e autobus che li accompagneranno in via Dei Pisoni per proseguire le corse verso le destinazioni della provincia. Abbiamo pensato alla sicurezza dei passeggeri – ha proseguito Cisini – quest’area infatti è videosorvegliata e non passano auto all’interno dell’autostazione”.

Cisini ha voluto rassicurare anche i commercianti di piazza Cittadella preoccupati per un eventuale drastico calo degli affari legato allo spostamento dei bus. “Il passaggio degli studenti resterà uguale quindi non ci saranno problemi – ha spiegato l’assessore – il traffico dei bus non cambierà ma ci sarà invece un minor impatto ambientale perché non sosteranno più lì per ore”.

Intanto Cisini ha annunciato la volontà di creare un parcheggio scambiatore con 400 posti auto nell’area dismessa dell’ex mercato ortofrutticolo di via Colombo a ridosso dell’autostazione. Potrebbe essere utilizzato anche da chi deve raggiungere il centro storico utilizzando i bus navetta che verrebbero messi a disposizione.

Il sindaco Paolo Dosi ha ricordato che rimane in essere il progetto per la realizzazione dell’autostazione definitiva a Borgo Faxhall. Intanto verrà valorizzato il passaggio che collega le due aree. L’assessore all’urbanistica Silvio Bisotti ha quasi chiuso l’accordo con la proprietà sul progetto di riqualificazione di Borgo Faxhall che andrà in consiglio comunale nelle prossime settimane. Gli uffici comunali potrebbero traslocare lì già entro l’anno.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà