Piacenza

Collare elettrico per il cane, cacciatore a processo per maltrattamenti

10 giugno 2016

cacciatori

Un cacciatore che avrebbe dotato il proprio cane di un collare elettrico antilatrato azionato tramite telecomando è stato denunciato per maltrattamenti di animali. Sulla base di questa ipotesi, ieri un cinquantenne piacentino è stato rinviato a giudizio con l’accusa di maltrattamento di animali. L’udienza di rinvio è avvenuta davanti al giudice Luca Milani. In aula erano presenti il sostituto procuratore Monica Bubba, e gli avvocati difensori Luigi Salice e Romina Cattivelli che da noi interpellati in merito a questo procedimento hanno preferito non rilasciare nessun commento. Il processo è stato quindi rinviato al prossimo 7 luglio per consentire l’audizione di diversi testimoni. Il fatto costato l’accusa al cacciatore era avvenuto a Piacenza un anno fa.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE