Provincia

Barberino, revocata l’accoglienza a 11 profughi. I gestori: “Non ne potevamo più”

21 ottobre 2016

profughi

Sono scattati undici decreti di revoca di accoglienza nei confronti di altrettanti profughi nigeriani, a Barberino di Bobbio. A presentare denuncia, sono stati i gestori della struttura, esasperati da minacce, insulti, recriminazioni e atti vandalici: “Lanciavano la spazzatura e ridevano di me quando mi chinavo a raccoglierla. Mi hanno fatto il gesto di un pugno, come dire “Ti colpisco”. Non ne potevamo più”, hanno detto. “Ho mandato una relazione alla Prefettura con tutti i dettagli. E nel giro di poche ore sono arrivati gli undici decreti di revoca. Posso solo ringraziare il maresciallo Riccardo Molinelli e i carabinieri. Sono intervenuti tempestivamente e non ci siamo sentiti soli. Ora spero che il mio gesto serva di esempio agli altri gestori. Non si può continuare a subire. Noi abbiamo detto sì all’accoglienza, non di certo alle minacce e alle richieste impazzite”.

Anche in questo caso, la struttura non vede arrivare rimborsi dal 9 agosto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Trebbia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE