La “paghetta” è in ritardo:
scoppia la lite tra i profughi

16 Novembre 2016

20161116-170035.jpg

Attimi di tensione nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 16 novembre, in una struttura di accoglienza dei profughi a Piacenza. Ad agitare gli animi sarebbe stato ancora una volta il ritardo nella consegna del “pocket money”, la “paghetta” giornaliera per le spese personali che ricevono le persone ospitate e oggetto di richiesta di asilo. All’arrivo delle forze dell’ordine, polizia e carabinieri, la situazione è tornata alla normalità e non si è proceduto a denunce.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà