Patrono di Piacenza

Chirurgo arrestato a Parma: “Tra le vittime di abusi anche donne piacentine”

29 dicembre 2016

Procura di Parma

Ci sarebbero anche alcune donne piacentine tra le presunte vittime del chirurgo arrestato dalla Procura di Parma il 22 dicembre scorso con l’accusa di ripetuti abusi sessuali su alcune pazienti che si erano rivolte a lui per curare l’obesità.

La segnalazione arriva dalla Onlus LaCaramellaBuona che si occupa di lotta ai cosiddetti sex offender – pedofili e stupratori – e di sostegno alle vittime di violenza, costituendosi parte civile ed esercitando la tutela della parte lesa nei processi penali.

Dopo le prime denunce di sette donne, fra le quali una minorenne all’epoca dei fatti, la Procura di Parma è risalita ad una ventina di altre pazienti, di varie età, le quali hanno raccontato di presunte violenze durante le visite mediche e che si sono rivolte alla tutela legale della associazione. Tra queste, secondo Roberto Mirabile, presidente della onlus, “ci sono donne di Reggio Emilia, Modena e Piacenza, mentre altre hanno contattato l’associazione da fuori regione”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE