Aule al gelo, due giorni di vacanza inaspettata alle elementari di Cortemaggiore

10 Gennaio 2017

scuole elementari cortemaggiore (3)

Peccato che fuori non ci sia la neve per fare a pallate. Sono i pensieri che probabilmente sono passati per la testa dei bambini della scuola elementare di Cortemaggiore che per due giorni consecutivi, ieri e oggi, sono stato costretti – si fa per dire – a saltare le lezioni a causa del freddo nelle aule. Quattro gradi ieri mattina, dodici alle 8 di oggi.

Troppo pochi, per genitori, insegnanti, personale scolastico e dirigenti, per affrontare cinque ore di studio e interrogazioni. E così, tutti a casa.

La causa, secondo il sindaco Gabriele Girometta, è da imputare ad una errata gestione del calore da parte della ditta appaltatrice, alla quale – fa sapere – il Comune ha inviato una email il 3 gennaio scorso per sollecitare la riaccensione dell’impianto, in tempo per avere i giusti gradi alla riapertura della scuola. Ma qualcosa non ha funzionato e ora l’amministrazione comunale provvederà alle azioni legali previste dal contratto con la ditta appaltatrice, per le quali sono previste penali in caso di malfunzionamenti come quello di questi giorni.

Situazione tornata nella normalità, invece, nelle altre scuole cittadine che ieri si sono trovate a fare i conti con la colonnina del mercurio decisamente sotto i minimi di legge. Al Liceo San Benedetto, dove ieri gli studenti hanno goduto di un inaspettato giorno di vacanza, oggi è tutto regolare. Aule aperte anche alla media Don Milani di via Boscarelli, dove il vicepreside ha definito la situazione “buona”, con i ragazzi normalmente vestiti (mentre ieri cappotti sciarpe e guanti erano l’unico rimedio contro il gelo). Tutto ok al Liceo Respighi, dove nelle ultime settimane si erano registrati problemi in alcune aule verso l’esterno.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà