Fiorenzuola

Corteo dei comitati davanti al cantiere fermo del nuovo ospedale

26 marzo 2017

Corteo di protesta a Fiorenzuola contro il riordino della rete sanitaria piacentina che, secondo i Comitati dei cittadini, porterà a tagli e riduzioni di servizi. La manifestazione si è tenuta nel pomeriggio di sabato 25 marzo, partendo dal cantiere del blocco B dell’ospedale di Fiorenzuola, fermo ormai da un anno e mezzo.

“Dove c’è un cratere al posto di un cantiere – dice il Coordinamento dei comitati di Villanova, Castel San Giovanni e Fiorenzuola – come può sorgere un ospedale moderno, che ospiti anche l’unità spinale di Villanova, che rischia così un assurdo smantellamento?”.
“A Fiorenzuola gli spazi per la riabilitazione sarebbero sacrificati, con gravi ricadute sulla ripresa dei pazienti mielolesi”, osserva il presidente del Coordinamento Bruno Galvani che ha anche voluto visitare il Parco Lucca, individuato dall’amministrazione comunale come luogo di riabilitazione per i pazienti del vicino ospedale. “Vicino? In realtà è a mezzo chilometro. Bello il parco, ma assolutamente inadatto”, ha concluso.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE