Arrestato 3 volte, 22 denunce: in manette 26enne per spaccio, rapina ed estorsione

Il giovane, finito in manette già tre volte, ha alle spalle 22 denunce.

23 Maggio 2017

Spaccio, rapina ed estorsione. Sono le accuse delle quali deve rispondere un 26enne del Burkina Faso a seguito delle indagini condotte dai carabinieri della stazione di Fiorenzuola dopo la segnalazione di un professore del polo scolastico Mattei del capoluogo della Valdarda, che aveva notato comportamenti strani in un alunno.

Al termine di un lungo e delicato lavoro durato due mesi, è emerso che lo scolaro, un 15enne, assieme ad un amico 17enne, aveva un debito nei confronti del 26enne per un acquisto di marijuana.
Quest’ultimo, dopo varie minacce e l’estorsione del cellulare al 17enne come pegno, è passato ai fatti rapinando il 15enne del cellulare, del portafoglio e di una sigaretta elettronica.

Dalle indagini sono emersi anche la condotta intimidatoria che il 26enne avrebbe avuto nei confronti dei giovani clienti, e il muro di omertà che era riuscito a crearsi intorno.

Grazie anche alla collaborazione della scuola i militari sono riusciti a ricostruire la vicenda e a trovare il 26enne a Borgo Faxhall, addosso al quale sono stati trovati 10 grammi di marijuana e una borsa schermata per effettuare taccheggi.

Per lui è quindi scattata la custodia cautelare in carcere. Era già finito in manette altre tre volte e alle spalle ha 22 denunce per reati legati a furti e spaccio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà