“Maltrattamenti sui bambini”, due maestre arrestate in un asilo

25 Maggio 2017

Due maestre dell’asilo nido Farnesiana sono state prelevate dai carabinieri nel primo pomeriggio di oggi, 25 maggio, e sono state portate in carcere alle Novate. Si trovano in stato di fermo, accusate di maltrattamenti nei confronti dei bimbi, in attesa che il giudice convalidi l’arresto disposto dal pubblico ministero Antonio Colonna.

Bocche cucite da parte degli inquirenti, ma pare che le educatrici siano state bloccate in flagranza di reato, costringendo quindi i militari a un vero e proprio blitz.

Si tratta due insegnanti di 55 e 30 anni che gestivano una sezione con una quindicina di bambini, dai 12 ai 36 mesi. Le due hanno una grande esperienza alle proprie spalle e che mai avevano dato problemi alle cooperative per cui lavorano. L’asilo Farnesiana è gestito dal Consorzio Farnesiana (costituito dalle cooperative sociali Coopselios, Unicoop e Orto Botanico), che ha reagito dichiarandosi “il primo e più interessato soggetto a far luce sulla vicenda perché la verità e le eventuali responsabilità emergano in totale chiarezza. A questo scopo ci dichiariamo a completa disposizione degli inquirenti”.

A quanto pare gli investigatori hanno documentato, anche attraverso filmati, i maltrattamenti a cui le due avrebbero sottoposto i bambini, schiaffeggiati in volto, spintonati, strattonati, anche insultati.
Le indagini sarebbero partite su segnalazione sia di alcuni genitori, sia di altro personale che opera all’interno dell’asilo.

L’amministrazione comunale, in un comunicato firmato dal sindaco Paolo Dosi, si dice “sgomenta per la notizia. Il Comune di Piacenza è parte lesa in questa vicenda e per questo confidiamo in un’azione degli organi inquirenti quanto più rapida e approfondita possibile. È un vero fulmine a ciel sereno, privo del benché minimo campanello di allarme, sia in termini di segnalazioni delle famiglie, che di risultanza dei costanti monitoraggi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà