Opera trafugata a Modena potrebbe rientrare in Italia dopo l’estate ed essere esposta a Piacenza

14 Giugno 2017

 

Una perla per chiudere l’evento Guercino a Piacenza. La “Madonna col bambino e i santi Giovanni Evangelista e Gregorio Taumaturgo” dipinta dall’artista centese, rubata nel 2014 a Modena e recuperata quest’anno a Casablanca in Marocco, potrebbe rientrare in Italia dopo l’estate ed essere presentata ed esposta proprio nella nostra città. Ci stanno lavorando i carabinieri di Piacenza, guidati dal comandante colonnello Corrado Scattaretico e il nucleo di tutela ambientale di Bologna. “Sono state avviate tutte le procedure burocratiche per far tornare in patria il prima possibile il dipinto” – ha spiegato il colonnello ai microfoni di Telelibertà. Per recuperarlo occorre una rogatoria internazionale tradotta in marocchino, da inviare all’Interpol e all’ambasciata.in Marocco. Ottenuto il rimpatrio in Italia verrà chiesto il nulla osta affinché l’opera passi da Piacenza prima di tornare a Modena per chiudere in bellezza l’evento dedicato a Guercino in Cattedrale. “Gli enti interessati si sono dimostrati disponibili ad accettare la proposta” – ha spiegato Scattaretico. L’opera era stata sottratta tre anni fa dalla Chiesa di San Vincenzo a Modena. Per il furto sono stati compiuti diversi arresti tra cui quello di un cittadino marocchino accusato di aver rubato il dipinto e di averlo avvolto in un tappeto prima di spedirlo ai complici in Marocco. L’opera ha subìto gravi danni e necessita di un importante restauro.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà